La Piramide di Maslow è la teoria ancora oggi di riferimento in diversi ambiti aziendali, tra cui anche:

● Comunicazione d’impresa
● Marketing
● Vendita dei prodotti o servizi
● Tensioni interne al gruppo di lavoro

All’interno della Piramide di Maslow puoi trovare le motivazioni fondamentali della persona: quel gruppo di fattori interni ed esterni che spiegano il comportamento che l’individuo assume in determinate situazioni. Le motivazioni fondamentali dipendono da due aspetti, competenze e valori personali. Il primo concetto descrive quello che la persona sa fare, mentre i valori personali riguardano quello che in realtà l’individuo vuole fare. E non è detto che siano coerenti ed allineati.

Ti sei mai chiesto quando parte la spinta motivazionale? Inizia ogni volta che avverti un bisogno! Quest’ultimo è la percezione di uno squilibrio interiore tra la tua situazione attuale e quella desiderata. Il bisogno è quindi uno stato di insoddisfazione che ti spinge a procurarti i mezzi necessari (beni) per porvi fine o limitarlo.

Vuoi ingranare una marcia in più? Sei insoddisfatto della tua situazione lavorativa o professionale? Guarda ora il mio video sulla consulenza, sarò felice di poterti aiutare a raggiungere i tuoi obiettivi!

La Piramide di Maslow: motivazione e personalità

Come potrai immaginare, in psicologia esistono diverse teorie che identificano bisogni primari e secondari, sono tanti gli studiosi che hanno scritto documenti, testi su pulsioni, motivazioni e bisogni. Nel campo delle motivazioni, però, una delle più famose concettualizzazioni è riferita alla “gerarchia dei bisogni”, descritta dal noto psicologo statunitense Abraham Harold Maslow nel suo libro Motivazione e Personalità. In particolare, il termine “bisogno” è una parola che etimologicamente descrive delle “cose che mancano, di cui c’è necessità”. Ecco allora che Maslow identifica i 5 bisogni fondamentali dell’uomo.

Piramide di Maslow

I 5 bisogni fondamentali dell’uomo secondo Maslow

Nel 1954, Abraham Harold Maslow propose la sua celeberrima Piramide dei bisogni, un innovativo modello motivazionale dello sviluppo umano basato sulla “gerarchia dei bisogni”: una serie di bisogni posizionati gerarchicamente, in base ai quali la soddisfazione dei bisogni più elementari è la condizione necessaria per far emergere i bisogni di ordine superiore. Ovverosia, non passiamo ai bisogni di livello superiore, se non siamo ancora riusciti a soddisfare quelli del livello precedente. E questo segna il passo dell’evoluzione del singolo individuo.
Alla base della Piramide di Maslow si trovano i bisogni essenziali, quelli legati alla sopravvivenza, mentre più si sale verso il vertice della piramide e più si rivelano bisogni immateriali.

Ecco i 5 bisogni fondamentali secondo Maslow:

● Bisogni fisiologici
● Bisogni di sicurezza e protezione
● Bisogni di appartenenza
● Bisogni di stima
● Bisogni di realizzazione del sé

1 Bisogni fisiologici

Questi primi bisogni che compaiono alla base della Piramide sono riferiti ad esigenze fisiologiche naturali e primarie come la fame, il sonno, la sete e la riproduzione. Sono i bisogni collegati alla sopravvivenza fisica dell’individuo, i primi bisogni a dover essere soddisfatti a causa dell’istinto di autoconservazione. Ad esempio, da questi bisogni deriva la primissima molla motivazionale del neonato, che piange per essere nutrito. L’adulto torna a questo livello ogni volta che è messa alla prova la sua sopravvivenza: dalla perdita del lavoro, all’incidente in barca in cui la tua vita è messa a repentaglio dal naufragio.

2 Bisogni di sicurezza e protezione

Soddisfatti i bisogni fisiologici, arrivano i bisogni di sicurezza e protezione, che ci spingono a ricercare la difesa personale ed il contatto con gli altri. Tranquillità, prevedibilità e ansie, sono tutti bisogni che dovrebbero essere soddisfatti in questa seconda fascia della Piramide.

Nell’attuale società questo livello è diventato critico, basti pensare alle formule contrattuali solide, diventate un miraggio per la stragrande maggioranza delle persone. La sicurezza lavorativa sulla quale le generazioni precedenti hanno costruito il loro futuro, è oggi fragile e frammentaria. Un contesto del genere, dunque, non permette quella sicurezza materiale per guardare con serenità e speranza al futuro.

3 Bisogni di appartenenza

Al terzo livello della Piramide troviamo i bisogni di appartenenza, a cui è riconducibile anche il bisogno di amore. Questi bisogni conducono a comportamenti che privilegiano lo scambio reciproco tra il dare ed il ricevere amore e affetto: dall’amicizia all’intimità sessuale.

Pensa ai social media e ti rendi conto di quanto il senso di appartenenza sia instabile in questi anni! Le persone definiscono il sé mediante i social network, costruendosi un’identità virtuale per appagare il necessario bisogno di far parte di un gruppo, di una cerchia di persone, quasi impossibile altrimenti. Ma è virtuale e non reale: infatti, nella vita reale si soffre di una solitudine dettata dalla mancanza di spazi e di condivisione reali.

Piramide di Maslow

4 Bisogni di riconoscimento o stima

Soddisfatti i precedenti bisogni, arriviamo alla stima e al riconoscimento. Anche tu vorrai sentirti competente e produttivo, rispettato e riconosciuto per le cose che fai. In questo stadio infatti, entrano in gioco comportamenti e atteggiamenti tesi a ottenere il riconoscimento per ciò che facciamo da parte degli altri, riconoscimento che va a nutrire la nostra autostima ed la buona immagine del sé.
Lo psicoanalista Heinz Kohut, sostenne anch’egli che il bisogno di essere riconosciuti per ciò che siamo e facciamo, è un’istanza che accompagna la persona per tutta la vita.

5 Bisogni di realizzazione del sé

All’apice della piramide, quando tutti i precedenti bisogni sono soddisfatti, ci sono quelli orientati alla realizzazione del sé. All’interno di questi bisogni si trovano tutti quei comportamenti usati per esprimere le potenzialità, la creatività e la spontaneità, al fine di poter comprendere in modo adeguato te stesso ed il mondo che ti circonda.

Con “realizzazione di sé” si intende il bisogno di elevarsi a bisogni di tipo spirituale. Possono essere pratiche religiose o la ricerca del sé come pratica per superare i propri limiti, oppure trascendenti la propria individualità per riconoscersi come parte di un universo più grande.

Naturalmente, la Piramide dei Bisogni di Maslow si è evoluta nel corso del tempo, ma ancora oggi è di riferimento per aiutarti a capire qual è l’ordine dei bisogni che sta agendo in te, o nelle persone a te vicine oppure come usare questa teoria per posizionare adeguatamente i tuoi prodotti o servizi sul mercato e come comunicarli.

Posso aiutarti a capire dove e come agire per stimolare o rafforzare determinati comportamenti. Contattami qui!

Commenti

  1. la piramide di Maslow ha una grave lacuna (sia pure circoscritta agli Italiani e pochi altri). Non tiene conto (a meno di non volersi inserire nella voce “creatività”) del loro irresistibile bisogno di FURBIZIA. La soddisfazione interiore (ed la connessa approvazione sociale) che si ottiene potendo raccontare al bar di essere riuscito a circuire una Legge (oppure ad aver imbrogliato uno sprovveduto, oppure di avere l’ Amico in quel certo ufficio) è da collocare (mediante l’ aggiunta di una apposita voce “BISOGNI ITALIANI”) al secondo livello fra quello FISIOLOGICO e quello della SICUREZZA. Io credo che, in Italia, molti Falsi Invalidi abbiano fatto carte tarocche non tanto per la sovvenzione economica (della quale, magari, non hanno bisogno); ma, più che altro, per il rispetto sociale, per l’ inclusione tribale, per non essere altrimenti additati come i babbei del paese ! Dico bene ?

    1. Caro Paolo, che dirti? Voglio pensare che i falsi invalidi lo abbiano fatto per necessità, quindi per fisiologico bisogno di sopravvivenza, ma non ne sono così sicura e certo è che quello che a me disturba di più è … chi lo ha permesso, quindi medici o burocrati conniventi. Perché in fondo posso accettare che una persona provi a fare il furbo ma non riesco ad accettare che gli sia permesso. Infine mi piace pensare che la tua teoria dei babbei possa non essere veritiera. Dovrei approfondire con qualche caso ma credo sia pressoché … inutile!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *